Quantcast
Ads by Muslim Ad Network









al-An`am Farsi:: Ghodratollah Bakhtiari Nejad 

Ayat
6:1Sia lode a Dio, che ha creato i cieli e la terra, le tenebre e la luce. Eppure coloro che rifiutano il Vero, considerano altri eguali al loro Signore.
6:2Egli è Colui che vi ha creato dall’argilla, e ha stabilito per voi un termine determinato noto solo a Lui. Eppure dubitate in voi stessi.
6:3Egli è Dio nei cieli e sulla terra. Egli conosce ciò che manifestate e ciò che rivelate e la ricompensa di cui siete degni attraverso le vostre azioni.
6:4Nessun segno del loro Signore li ha raggiunti, senza che non si voltassero indietro.
6:5Così rifiutarono il vero, quando li ha raggiunti. Presto comprenderanno la verità di ciò che erano soliti deridere.
6:6Non vedi quanti prima di voi abbiamo annientato? Abbiamo stabilito sulla terra generazioni dotate di una forza che non abbiamo concesso a voi. Per costoro abbiamo fatto scendere la pioggia dal cielo in abbondanza e facemmo sì che fertili fiumi scorressero sotto i loro regni. Li abbiamo distrutti per i loro peccati e, al loro posto, abbiamo suscitato nuove generazioni.
6:7Se Noi avessimo inviato la scrittura su di un papiro, così che fosse possibile per loro toccarla con le mani, i miscredenti avrebbero detto: “Questa non è altro che una magia manifesta”.
6:8Dicono: “Perché non gli è stato inviato un angelo dal cielo?”. Se avessimo inviato un angelo, la questione sarebbe stata risolta immediatamente e non avremmo concesso loro alcuna tregua.
6:9Se avessimo scelto un angelo, inviandolo come un uomo, avremmo sicuramente provocato in loro la confusione in cui si trovano adesso.
6:10Prima di te molti messaggeri furono denigrati, ma i denigratori furono avvolti da ciò che schernivano.
6:11Dì: “Viaggiate sulla terra e vedete quale è stata la fine di coloro che hanno respinto la Verità”.
6:12Dì: “A chi appartiene tutto ciò che si trova nei cieli e sulla terra?” Dì: “A Dio. Egli ha stabilito per Sé la legge della misericordia. Egli vi riunirà nel Giorno del Giudizio. Non vi è alcun dubbio. Solo coloro che hanno perduto le anime loro, non credono”.
6:13A Lui appartiene tutto ciò che dimora nella notte e nel giorno. Egli è Colui che ode e conosce ogni cosa.
6:14Dì: “Dovrei scegliere come protettore qualcun altro diverso da Dio, Colui che ha creato i cieli e la terra? Egli è Colui che nutre, ma non è nutrito”. Dì: “Mi è stato comandato di essere il primo di coloro che si sottomettono a Dio nell’Islam”. Non siate tra coloro che attribuiscono la divinità ad altri oltre che a Dio.
6:15Dì: “Se disubbidissi al mio Signore, dovrei certamente temere la pena di un giorno terribile.
6:16In quel giorno, se la pena viene allontanata da qualcuno, ciò è dovuto alla misericordia di Dio. Questo sarà il soddisfacimento di tutti i desideri”.
6:17Se Dio vi tocca con l’afflizione, nessuno può rimuoverla tranne Lui. Se Egli vi tocca con la felicità, Egli detiene il potere su ogni cosa.
6:18Egli è l’Irresistibile, Colui che rivolge lo sguardo verso le Sue creature. Egli è il Saggio, Colui che comprende ogni cosa.
6:19Dì: “Quale testimonianza possiede un valore maggiore?” Dì: “Dio è testimone tra me e voi. Questo Corano mi è stato rivelato attraverso l’ispirazione sì che io possa ammonire voi e tutti coloro che raggiunge. Potete forse testimoniare che oltre a Lui vi sia un altro dio?” Dì: “No, non posso testimoniare!” Dì: “In verità, c’è un solo Dio ed io sono innocente di ciò che Gli attribuite”.
6:20Coloro, cui abbiamo precedentemente concesso le Scritture, lo sanno così come conoscono chi sono i loro figli. Invece coloro che hanno perduto le loro anime si rifiutano di credere.
6:21Chi commette un’ingiustizia peggiore di colui che inventa una menzogna contro Dio o rifiuta i Suoi segni? In verità, i malvagi mai prospereranno.
6:22Un Giorno saranno riuniti tutti insieme e diremo a coloro che ci attribuiscono dei associati: “Dove sono coloro che avete immaginato condividessero con Dio la Sua divinità?”.
6:23Non avranno nessun altra possibilità se non quella di dire: “Per Dio, il Nostro Signore, non eravamo coloro che hanno associato altri dei a Lui”.
6:24Mentono contro le loro stesse anime e gli dei che hanno inventato li hanno abbandonati.
6:25Tra di loro ci sono alcuni che fingono di ascoltarti, ma Noi abbiamo posto dei veli sul loro cuore, così che non possano comprendere e abbiamo posto la sordità nei loro orecchi. Se vedessero ognuno dei segni, sicuramente non crederebbero. Quando vengono da te, non fanno altro che discutere. I miscredenti dicono: “Queste non sono altro che favole degli antichi”.
6:26Tengono gli altri lontani e si tengono lontani loro stessi. Costoro distruggono le loro stesse anime, senza però esserne consapevoli.
6:27Se solo potessi vedere quando sono posti davanti al Fuoco! Diranno: “Che potessimo solo essere rimandati indietro! Non avremmo respinto i segni del Nostro Signore, ma saremmo stati tra coloro che credono”.
6:28Davanti ai loro stessi occhi è divenuto manifesto ciò che nascondevano. Però, se potessero ritornare, certamente ricadrebbero in ciò che è proibito, perché sono dei bugiardi.
6:29A volte dicono: “Non vi è nulla eccetto la vita su questa terra e non saremo mai più risorti”.
6:30Se solo potessi vedere quando sono davanti al loro Signore! Egli dirà: “Non è questa la Verità? Risponderanno: “Sì, per il nostro Signore!” Egli dirà: “Assaggiate quindi il castigo, dal momento che avete negato il Vero”.
6:31Sono perduti coloro che tacciano di falsità che dovranno incontrare Dio, fino a quando improvvisamente l’Ora incombe su di loro e dicono: “Ah, disgraziati noi che non abbiamo pensato ad essa”. Costoro portano sulla schiena i loro pesi ed orribile è il peso che portano.
6:32Che cos’è la vita di questo Mondo se non vano divertimento? Migliore è la dimora dell’Altra Vita per coloro che sono retti e timorati di Dio. Non comprenderanno dunque?
6:33Conosciamo dunque il dolore che le loro parole ti causano. Non respingono te, ma respingono i segni di Dio, che gli ingiusti negano.
6:34Sono stati respinti i messaggeri prima di te. Con pazienza e costanza hanno sopportato il rifiuto e le persecuzioni fino a quando non li ha raggiunti il Nostro aiuto. Nessuno può mutare le Parole di Dio. Ti è già stata comunicata parte della storia dei profeti.
6:35La loro indifferenza per te è difficile da sopportare; però, anche se potessi scavare un tunnel nella terra o sistemare una scala, che arriva fino al cielo, per portare loro un segno, quale bene ne deriverebbe? Se fosse stato il volere di Dio, Egli li avrebbe riuniti insieme verso la vera guida. Così non essere tra coloro che sono preda dell’ignoranza e dell’impazienza.
6:36Coloro che prestano ascolto alla verità, sii sicuro che l’accetteranno. Dio risusciterà chi è morto. E poi ritorneranno a Lui.
6:37Dicono: “Perché non gli viene inviato un segno dal suo Signore? Dì: “Dio ha certamente il potere di inviare un segno”, ma la maggior parte degli uomini non lo comprende.
6:38Non c’è animale che vive sulla terra né essere che vola sulle sue ali che non faccia parte di comunità, come voi. Non abbiamo omesso nulla dal Libro e tutti saranno alla fine ricondotti presso il loro Signore.
6:39Coloro che respingono i Nostri Segni sono sordi e muti, nel mezzo della tenebra profonda. Dio non lascia perdersi chi vuole, Egli lo pone sulla Retta Vita.
6:40Dì: “Pensate forse che, se giungesse su di voi l’ira di Dio o l’Ora, invocherete qualcun altro oltre Lui? Rispondete, se siete veritieri”.
6:41No, voi invocherete Lui e Egli, se lo vuole, rimuoverà il dolore per cui Lo avete invocato e dimenticherete i falsi dei che Gli avete attribuito.
6:42Prima di te abbiamo inviato dei profeti a molte nazioni, e le abbiamo afflitte con sofferenze ed avversità, affinché possano imparare l’umiltà.
6:43Però, quando la sofferenza li ha raggiunti, non hanno imparato l’umiltà, ma i loro cuori s’indurirono e Satana rese attraenti le loro azioni peccaminose.
6:44Però, quando hanno dimenticato l’ammonimento che hanno ricevuto, Noi aprimmo per loro le porte di tutto ciò che buono fino a quando, nel mezzo del godimento dei Nostri doni, improvvisamente li abbiamo chiamati a rendere conto. Ed ecco che precipitarono nella disperazione.
6:45Così tutti i malvagi furono eliminati. Sia lode a Dio, Signore dei Mondi.
6:46Dì:“Pensate forse che, se Dio vi togliesse l’udito e la vista, e ponesse un sigillo sui vostri cuori, chi altro dio se non Lui potrebbe restituirveli?”. Vedi come Noi spieghiamo i segni attraverso diversi simboli. Eppure, si voltano indietro.
6:47Dì:“Se la punizione di Dio incombesse su di voi, sia improvvisamente che apertamente, chi sarà distrutto se non il popolo degli ingiusti?”.
6:48Abbiamo inviato i Profeti solo per annunciare buone notizie e per ammonire. Coloro che credono e ammendano le loro vite, non avranno nulla da temere e non saranno afflitti.
6:49Coloro che respingono i Nostri Segni, saranno toccati dalla punizione, perché non hanno mai cessato di trasgredire.
6:50Dì: “Non vi dico che presso di me ci sono i tesori di Dio, e nemmeno che conosco ciò che si trova nascosto. Nemmeno vi dico di essere un angelo. Seguo solo ciò che mi è stato rivelato”. Dì: “È forse il cieco eguale a colui che vede? Non riflettete dunque?”.
6:51Attraverso il Corano, comunica questo avvertimento a coloro che nel loro cuore nutrono il timore di essere condotti davanti al loro Signore per essere giudicati. Eccetto Lui, non hanno né protettore né intercessore, così che diventeranno (completamente) consapevoli di Lui.
6:52Non mandare via coloro che invocano il loro Signore di mattina e di sera, cercando il Suo Volto. Tu non devi rendere conto di loro e loro non debbono rendere conto di te. Se li scacciassi via, saresti uno degli ingiusti.
6:53Li abbiamo messi alla prova, facendo sì che si confrontassero gli uni con gli altri e dicessero: “Sono costoro che Dio ha favorito al di sopra di noi?” Forse Dio non conosce meglio coloro che Gli sono grati?”.
6:54Quando vengono da te coloro che credono nei Nostri Segni, dì: “La pace sia con voi, Il vostro Signore si è prescritto la legge della misericordia. In verità, se qualcuno commette il male nell’ignoranza, e dopo si pente e muta la sua condotta, Egli è Perdonatore, Misericordioso.
6:55Così Noi spieghiamo i segni nel dettaglio, affinché la via dei peccatori diventi evidente.
6:56Dì: “Mi è stato proibito di adorare coloro che altri da Dio voi invocate”. Dì: “Io non seguirò i vostri vani desideri. Se lo facessi, mi smarrirei dalla Retta Via e non sarei in compagnia di coloro che ricevono la Guida”.
6:57Dì:“Mi fondo su una prova chiara dal mio Signore, ma voi Lo rifiutate. Ciò che voi vorreste affrettare non si trova in mio potere. Il Comando si trova presso Dio. Egli dichiara il Vero ed Egli è il migliore dei giudici”.
6:58Dì:“Se ciò che volete affrettare, fosse stato in mio potere, la questione sarebbe stata decisa subito tra voi e me, ma Dio conosce bene coloro che compiono il male”.
6:59Presso di Lui si trovano le chiavi dell’Invisibile, i tesori che nessuno conosce tranne Lui. Egli conosce ogni cosa che si trova sulla terra o in mare. Nessuna foglia cade senza che Lui non ne sia a conoscenza. Non c’è un grano nelle profondità della terra o qualcosa di vivo o di morto che non sia stato posto in un chiaro registro.
6:60Egli è Colui che prende di notte le vostre anime e possiede la conoscenza di tutto ciò che fate durante il giorno. Di giorno poi vi fa di nuovo rialzare, fino a quando non giunge il termine stabilito. Alla fine, il ritorno è presso di Lui ed Egli vi mostrerà la verità di tutto ciò che avete compiuto.
6:61Egli è Colui che domina sui Suoi Servi e pone su di voi dei guardiani. Alla fine, quando la morte si avvicina a qualcuno di voi, i Nostri angeli prendono la sua anima e mai falliscono nel loro compito.
6:62Gli uomini poi ritornano a Dio, il loro vero Protettore. In verità Suo è il comando ed Egli è veloce nel calcolo.
6:63Dì: “Chi vi salva dai più neri recessi della terra e del mare, quando Lo invocate in umiltà e in silenzioso terrore? Se solo ci salvassi da questi pericoli, mostreremo invero la nostra gratitudine?”.
6:64Dì: “È Dio che vi ha salvato da queste e altre sofferenze, eppure adorate falsi dei”.
6:65Dì: “Egli ha il potere di inviare calamità su di voi, da sopra e da sotto, oppure di coprirvi di confusione nelle mutue contese, facendovi provare il reciproco timore”. Vedi come Noi spieghiamo i Segni attraverso diversi simboli, così che possano comprendere.
6:66Gli uomini però respingono il messaggio, sebbene sia la verità. Dì: “Non sono responsabile di voi.
6:67Per ogni messaggio c’è un limite di tempo e presto lo saprete”.
6:68Quando vedete gli uomini occupati in discorsi vani riguardo ai Nostri segni, allontanati da loro a meno che non cambino argomento. Se Satana ti induce a dimenticare, allora dopo averlo ricordato, non sedere in compagnia di coloro che commettono il male.
6:69I giusti non hanno alcuna responsabilità verso di loro; hanno solo il dovere di ammonirli, affinché possano imparare a temere Dio.
6:70Allontanati da coloro che pensano che la loro religione sia una vana occupazione e si sono lasciati ingannare dalla vita di questo mondo. Proclama loro però questa verità: “Ogni anima conduce se stessa alla rovina attraverso le sue stesse azioni. Non troverà nessun protettore o qualcuno che interceda a suo favore, se non Dio. Se offrisse un riscatto non sarebbe accettato. Questa è la fine di coloro che hanno condotto se stessi alla rovina per mezzo delle azioni loro. Avranno da bere acqua bollente e una punizione gravosa perché hanno persistito nel rifiutare Dio”.
6:71Dì: “Dovremmo forse invocare altri oltre Dio, che non possono farci né bene né male e tornare sui nostri passi, dopo che abbiamo ricevuto la guida da Lui, come colui che i demoni hanno trasformato in qualcuno che si è lasciato sedurre, dopo essere stato tentato dai piaceri terreni offerti da Satana, mentre i suoi amici gridano: “Vieni da noi”, cercando invano di guidarlo sul sentiero? Dì: “La guida di Dio è l’Unica Guida e ci è stato comandato di sottometterci al Signore dei Mondi,
6:72a stabilire preghiere regolari e a temere Dio, perché presso di Lui saremo tutti riuniti”.
6:73Egli è Colui che ha creato i cieli e la terra nella giusta proporzione. Egli dice: “Sii”, ed “è”. La Sua parola è Verità. Suo sarà il dominio il Giorno in cui risuonerà la tromba. Egli conosce ciò che non si percepisce così come ciò che è manifesto ai sensi degli esseri umani. Egli è Saggio, Colui che ben conosce ogni cosa.
6:74Abramo disse a suo padre Azar: “Prenderai forse degli idoli per divinità? Tu e il mio popolo vi trovate in un errore manifesto”.
6:75Così Noi abbiamo mostrato ad Abramo il potere e le leggi dei cieli e della terra, così che potesse credere con fermezza.
6:76Quando la notte lo coprì, vide una stella. Disse: “Questo è il mio Signore”. Ma, quando tramontò, disse: “Non amo coloro che tramontano”.
6:77Quando vide la luna alzarsi in tutto il suo splendore disse: “Questo è il mio Signore”. Ma, quando tramontò, disse: “A meno che il mio Signore non mi guidi, sarò sicuramente tra coloro che si sono perduti”.
6:78Quando vide il sole sorgere in tutto il suo splendore disse: “Questo è il mio Signore. Questo è il più grande di tutti”, ma quando il sole tramontò disse: “O popolo mio, mi dissocio dall’atto vostro di attribuire a Dio dei consimili.
6:79Ho rivolto il mio volto, con fermezza e verità, verso Colui che ha creato i cieli e la terra, e mi sono dissociato da tutto ciò che è falso. Non sono uno degli idolatri”.
6:80I membri del suo popolo discussero con lui. Egli disse: “Venite a discutere con me di Dio, quando Lui stesso mi ha guidato? Io non temo coloro che Gli associate. Se il mio Signore non vuole, nulla può accadere. Il mio Signore abbraccia nella Sua conoscenza ogni cosa. Non sarete forse ammoniti?”.
6:81Dovrei temere coloro che associate a Dio, quando voi non temete di associarGli dei consimili senza che vi sia stata data alcuna autorità? Chi si trova nella peggiore debolezza? Ditemelo, se lo sapete”.
6:82Coloro che credono e non hanno confuso la loro fede con l’ingiustizia, si trovano nella vera sicurezza, perché sono sulla Retta Via!”.
6:83Questo è l’argomento che abbiamo dato ad Abramo per utilizzarlo contro il suo popolo. Noi solleviamo chi vogliamo, grado dopo grado. Il tuo Signore è pieno di saggezza e conoscenza.
6:84Gli abbiamo dato Isacco e Giacobbe. Abbiamo guidato tutti e tre. E prima di lui abbiamo guidato Noè e tra la sua progenie Davide, Salomone, Giobbe, Giuseppe, Mosè e Aronne. In questo modo ricompensiamo coloro che compiono il bene.
6:85Zaccaria, Yahya, Gesù ed Elia erano tutti dei giusti.
6:86Ismaele, Elia, Johan e Lot li abbiamo scelti tra tutti i popoli,
6:87loro e i loro padri, la progenie e i fratelli. Li abbiamo scelti e li abbiamo guidati sulla Retta Via.
6:88Questa è la Guida di Dio. Egli dona la guida a chiunque vuole tra i Suoi fedeli. Se dovessero attribuirGli dei consimili, tutto ciò che hanno compiuto si sarebbe dimostrato vano.
6:89Questi erano gli uomini a cui abbiamo dato il Libro, l’Autorità e la Profezia. Se costoro ora scelgono di negare la verità, Noi la daremo ad altri che non la negheranno.
6:90Questi erano i profeti che hanno ricevuto la guida da Dio. Segui la guida che hanno ricevuto. Dì: “Non vi domando alcuna ricompensa. Questo non è altro che un messaggio per tutti i popoli”.
6:91Non prestano a Dio la giusta considerazione quando dicono: “Dio non ha inviato nulla all’uomo come mezzo di rivelazione”. Dì: “Chi allora ha inviato il Libro che Mosè ha portato, una luce ed una guida per l’umanità? Voi però avete diviso la rivelazione e molta ne avete nascosta. Quindi avete insegnato ciò che non conoscevate né voi né i vostri padri. Dì: “Dio ha inviato questo messaggio”. Lasciali immersi nei discorsi vani ed insignificanti.
6:92Questo è il Libro che abbiamo inviato, che porta benedizioni e conferma la rivelazione precedente, che tu possa ammonire la Madre delle Città e tutti coloro che si trovano attorno. Coloro che credono nell’Altra Vita, credono in questo libro e si mantengono costanti nell’assolvere l’orazione.
6:93Chi può essere più malvagio di colui che inventa una bugia contro Dio o dice: “Ho ricevuto un’ispirazione”, quando invece non ne ha ricevuta nessuna? Oppure che dice: “Posso rivelare qualcosa di simile a ciò che Dio ha rivelato?”. Se solo potessi vedere come i malvagi soffrono nella confusione al momento della morte, mentre gli angeli allungano le loro mani dicendo: “Consegnate le vostre anime. Oggi riceverete la vostra ricompensa, una pena di vergogna, perché eravate soliti mentire riguardo a Dio e ostinatamente avete respinto il Suo messaggio.
6:94Siete venuti da Noi soli e nudi così come vi abbiamo creato la prima volta. Avete lasciato indietro tutti i favori che vi abbiamo concesso. Non vediamo con voi i vostri intercessori, che avete pensato condividessero la divinità con Dio. Ora tutte le relazioni sono state recise e le vostre fantasie vi hanno lasciato nella confusione.
6:95È Dio che ha fatto sì che il chicco di grano e il nocciolo di dattero si dividessero e germogliassero. Egli fa sì che il vivente emerga dal non vivente. Egli è Colui che fa sì che il morto sia tratto dal vivo. Egli è Dio. Come potete allora mantenervi lontani dalla verità?
6:96Egli è Colui che fende l’alba. Egli è Colui che ha fatto la notte per il riposo e la tranquillità e il sole e la luna per misurare il tempo. Questo è il giudizio e l’ordine del potente, dell’Onnisciente.
6:97Egli è Colui che ha fatto per voi le stelle affinché possiate essere guidati con il loro aiuto, attraverso i tenebrosi spazi della terra e del mare. Noi abbiamo dato questi messaggi per coloro che hanno conoscenza.
6:98Egli è Colui che vi ha creato da una sola anima e ha stabilito per voi un tempo limite sulla terra e un luogo dove riposare dopo la morte. Abbiamo reso chiara la rivelazione per coloro che comprendono.
6:99Egli è Colui che ha inviato la pioggia da cielo, con cui si produce ogni tipo di vegetazione. Da alcune piante produciamo verdi spighe da cui si ricava il grano, ammucchiato nei granai. Dalla palma di dattero e le sue spate maturano i datteri che pendono bassi e vicini. Ci sono giardini di uva, di olive e di melograni. Ognuno è simile nella specie, ma differente nella varietà. Quando poi cominciano a portare frutti, osservali. Questi sono segni per coloro che credono.
6:100Eppure (alcuni) rendono i jinn uguali a Dio, sebbene sia stato Lui a crearli. Falsamente, senza averne alcuna conoscenza, gli attribuiscono figli e figlie. Sia lode e gloria a Lui. Egli è al di sopra di quanto Gli attribuiscono.
6:101A Lui è dovuta la prima origine dei cieli e della terra. Come può avere un figlio, quando non ha una sposa? Egli ha creato tutte le cose e ne possiede la piena conoscenza.
6:102Questo è Dio, il vostro Signore! Non c’è altro dio che Lui, il Creatore di ogni cosa. AdorateLo. Egli ha il potere di disporre di ogni cosa.
6:103Nessuna visione può coglierLo, ma il Suo sguardo comprende ogni visione. Egli è al di là di qualsiasi comprensione, eppure egli è a conoscenza di ogni cosa.
6:104Dal tuo Signore ti sono giunte prove che possono aprire i tuoi occhi. Se qualcuno vedrà, sarà per il bene della sua anima. Se qualcuno resterà cieco, sarà per il suo stesso male. Non sono responsabile di quello che fate.
6:105Così spieghiamo i Nostri segni attraverso vari simboli, così che possano dire: “Ha ben riflettuto su di essi”. E che Noi possiamo rendere chiara la cosa a coloro che sanno.
6:106Segui ciò che ti è stato insegnato per ispirazione dal tuo Signore. Non c’è altro Dio che Lui e allontanati da coloro che Gli attribuiscono dei consimili.
6:107Se fosse stato parte del piano di Dio, non si sarebbero presi falsi dei. Noi però non ti abbiamo reso responsabile delle loro azioni e nemmeno puoi decidere dei loro affari.
6:108Non insultare coloro che chiamano oltre a Dio, a meno che per la loro ignoranza non insultino Dio. Ad ogni popolo abbiamo fatto sembrare piacevoli le loro azioni. Alla fine ritorneranno presso il loro Signore e diremo loro la verità di tutto ciò che hanno compiuto.
6:109Hanno giurato solennemente che, se giungesse loro un segno speciale, sarebbero credenti. Dì: “Tutti i segni sono in potere di Dio, ma che cosa vi induce a pensare che, anche se venissero dei segni speciali, crederebbero?”.
6:110Noi stessi porremo la confusione nei loro cuori e nei loro occhi, perché la prima volta si sono rifiutati di credere. Li lasceremo vagare nella confusione.
6:111Anche se avessimo inviato degli angeli e i morti parlassero loro, e riunissimo tutte le cose insieme davanti ad i loro occhi, non crederanno a meno che non faccia parte del piano di Dio. La maggior parte di loro però ignora la verità.
6:112Per ogni Profeta abbiamo scelto un nemico, malvagi tra uomini e jinn, che s’ispirano a vicenda con discorsi elaborati ed ingannevoli. Se il tuo Signore così avesse deciso, non lo avrebbero fatto. Così abbandona loro e le loro invenzioni,
6:113così che i cuori di coloro che non credono nell’Altra vita, possano inclinare verso il loro inganno, continuando a compiacersi di ciò che facevano anche in precedenza.
6:114Dì: “Dovrei scegliere come giudice qualcun altro diverso da Dio, quando è Lui che ci ha inviato il Libro, che dispiega la Verità?”. Costoro ben sanno a chi abbiamo dato il Libro, che è stato inviato dal tuo Signore nella Verità. Non essere quindi mai tra coloro che dubitano.
6:115La parola del Tuo Signore trova la sua realizzazione nella verità e nella giustizia. Nessuno può mutare le Sue parole. Egli è Colui che ode e conosce tutto.
6:116Se seguissi le orme della maggior parte di coloro che si trovano sulla terra, ti farebbero deviare dalla Via di Dio. Costoro non seguono altro che congetture. Non fanno altro che mentire.
6:117Il tuo Signore conosce bene chi si allontana dalla Sua via. Egli conosce bene chi riceve la Guida.
6:118Così mangiate il cibo su cui è stato pronunciato il nome di Dio, se avete fede nei Suoi segni.
6:119Perché non dovreste mangiare la carne su cui il nome di Dio è stato pronunciato, quando vi ha spiegato dettagliatamente che cosa vi è stato negato, eccetto nel caso in cui siate spinti dalla necessità? Molti però traviano gli altri per i loro desideri, anche se non li conoscono realmente. Il tuo Signore conosce bene coloro che trasgrediscono.
6:120Abbandonate tutti i peccati: manifesti e segreti. Coloro che guadagnano il peccato riceveranno la ricompensa per ciò che si sono guadagnati.
6:121Non mangiate la carne, su cui non sia stato pronunciato il nome di Dio, perché è una condotta peccaminosa. Però i demoni ispirano i loro amici a discutere con te. Se obbediste loro, sareste dei pagani.
6:122Può colui che era morto e a cui abbiamo dato vita e una luce con la quale possa camminare tra gli uomini, essere uguale a colui che si trova nelle tenebre più profonde, da cui non può uscire? Così a coloro che non hanno fede sembrano attraenti le azioni loro.
6:123Così in ogni città abbiamo posto dei notabili, i suoi uomini più malvagi, per complottare. Costoro però hanno complottato solo contro le loro stesse anime e non lo comprendono.
6:124Quando giunge loro una rivelazione da Dio, dicono: “Non crederemo fino a quando non riceveremo un segno come quello ricevuto dai messaggeri di Dio”. Egli conosce bene dove e come portare avanti la Sua missione. Presto i malvagi saranno presi dall’umiliazione di fronte a Dio e una punizione severa per tutto ciò che hanno complottato.
6:125Dio ha aperto all’Islam i cuori di coloro che desiderava guidare. Invece ha reso i petti chiusi e oppressi di coloro che ha voluto si perdessero, come se dovessero scalare verso il cielo. Così Dio impone la pena a coloro che si rifiutano di credere.
6:126Questa è la via del tuo Signore, che guida in modo retto. Noi abbiamo inviato i Segni per coloro che sono disposti a ricevere il monito.
6:127Per loro ci sarà una dimora di pace alla presenza del loro Signore. Egli sarà loro amico perché hanno praticato la rettitudine.
6:128Un Giorno li riunirà tutti insieme e dirà: “O voi assemblea di jinn! Voi avete abusato troppo degli uomini”. I loro amici tra gli uomini diranno: “Signore nostro! Ci siamo serviti gli uni degli altri, ma ora abbiamo raggiunto il termine che era stato stabilito per noi”. Egli dirà: “Che il Fuoco sia la vostra dimora, dove soggiornerete per sempre, eccetto se Dio vorrà”. Perché il tuo Signore è pieno di saggezza e conoscenza.
6:129Così abbiamo fatto sì che gli ingiusti si seducessero a vicenda attraverso le loro azioni.
6:130O voi assemblea di jinn e di uomini. Non sono forse venuti tra di voi dei messaggeri, che vi hanno posto davanti ai Miei Segni e vi hanno avvertito dell’incontro di questo Giorno?. Diranno:“Rechiamo testimonianza contro noi stessi. È stata la vita di questo mondo che ci ha ingannati”. Coloro che hanno rifiutato la fede testimonieranno in questo modo contro se stessi.
6:131Il tuo Signore non avrebbe distrutto per le loro azioni malvagie le città degli uomini, se i loro abitanti non avessero ricevuto prima alcuna ammonizione.
6:132Ognuno sarà ricompensato per le proprie azioni. Il Tuo Signore è ben consapevole di quello che compiono.
6:133Il tuo Signore è autosufficiente, pieno di misericordia. Se fosse stato per il Suo volere, vi avrebbe distrutti ed avrebbe posto come vostri successori altri di Sua volontà, anche se avesse dovuto suscitarli dalla posterità di un altro popolo.
6:134Tutto ciò che vi è stato promesso accadrà e non potete nemmeno impedirlo.
6:135Dì: “O popolo mio, fate qualunque cosa sia in vostro potere, mentre io farò la mia parte. Presto saprete chi avrà la fine migliore nell’Altra Vita. Certamente i malvagi non prospereranno”.
6:136Costoro assegnano a Dio una parte di ciò che Egli ha prodotto in abbondanza in campi coltivati e nel bestiame e dicono, seguendo le loro fantasie: “Questo è per Dio e questo è per coloro che Gli associamo”. Però la parte dei loro associati non raggiunge Dio e quello che appartiene a Lui giunge ai loro dei! Quanto male giudicano!
6:137Eppure, agli occhi della maggior parte dei pagani, i loro associati fanno sembrare bella l’azione di uccidere i loro bambini, al fine di condurli alla distruzione e di causare confusione nella loro religione. Se Dio avesse voluto, non lo avrebbero fatto. Tu però lasciali soli alle loro invenzioni.
6:138Costoro dicono che certi raccolti e certo bestiame è proibito e nessuno può mangiarne, eccetto coloro che -così dicono- noi decideremo. Ci sono poi degli animali che è proibito aggiogare o caricare e bestiame su cui il nome di Dio non è pronunciato al momento della macellazione, attribuendo ad un Suo comando quest’azione. Egli presto chiederà loro spiegazioni in merito alle loro invenzioni.
6:139Dicono: “Ciò che si trova nell’utero di questo o quel capo di bestiame è riservato specialmente come cibo per i nostri uomini e proibito per le nostre donne. Però se nascesse morto, possono averne una parte”. Egli presto li punirà per tutto ciò che Gli attribuiscono. Egli è pieno di saggezza e conoscenza.
6:140Sono perduti coloro che uccidono i loro figli, per ignoranza e dichiarano proibito il sostentamento che Dio ha scelto per loro, attribuendo falsamente a Lui questa proibizione. Costoro si sono perduti e non hanno trovato la Retta Via.
6:141Lui ha fatto crescere i giardini colti ed incolti, e datteri e campi che producono qualsiasi cosa, olive e melograni, simili eppure differenti. Mangia dei loro frutti quando divengono maturi, ma rendi quanto dovuto nel giorno in cui il raccolto viene ammassato. Non sprecate nell’eccesso, perché Dio non ama chi eccede.
6:142Del bestiame ce ne è alcuno che serve per trasportare i pesi e altro per la carne. Mangiate di ciò che Dio vi ha concesso e non seguite le orme di Satana, perché Egli è per voi un nemico manifesto.
6:143Prendete otto capi di bestiame, diviso in quattro coppie. Delle pecore una coppia, delle capre una coppia e dite: “Ha forse proibito i due maschi, le due femmine o il piccolo che l’utero delle femmine protegge? Ditemi quanto sapete”.
6:144Prendete dei cammelli un paio e dei bovini un paio. Dì: “Ha forse Egli proibito i due maschi, le due femmine o i piccoli che stanno racchiusi nel ventre delle femmine? Eravate forse presenti quando Dio ha ordinato qualcosa di simile?” Ma chi è più ingiusto di colui che inventa delle menzogne nei riguardi di Dio per far deviare gli uomini senza conoscenza alcuna? Dio non guida un popolo che commette il male”.
6:145Dì:“Non trovo nel messaggio ricevuto per ispirazione che sia stato proibito alcun cibo se qualcuno desidera consumarlo, a meno che non sia carne di cadavere, insanguinata oppure di suino.- che è impura- e ciò in cui è stato invocato un nome diverso da quello di Dio. Però, se una persona viene costretta dalla necessità, senza volontà di disubbidire, né di trasgredire i limiti, il Tuo Signore è Perdonatore, Misericordioso.
6:146Agli ebrei Noi abbiamo proibito ogni animale con le unghie e abbiamo proibito loro il grasso del bue e della pecora, tranne quello che aderisce alla parti posteriori o delle viscere o che è misto con l’osso. Questo come ricompensa per la loro disubbidienza. Noi siamo veritieri nei Nostri ordini.
6:147Se ti accusano di falsità dì: “Il vostro Signore è pieno di Misericordia che tutto abbraccia. La Sua punizione però non potrà mai essere allontanata da coloro che costringono gli altri a respingere il Suo messaggio”.
6:148Coloro che attribuiscono a Dio dei consimili diranno: “Se Dio avesse voluto non Gli avremmo attribuito degli associati, né lo avrebbero fatto i nostri padri, né avremmo considerato proibito ciò che invece Egli ha concesso”. Così i loro antenati hanno disputato falsamente, fino a quando non hanno assaggiato la Nostra ira. Dì: “Possedete una conoscenza certa? Se sì, mostratecela. Non seguite altro che congetture. Non fate altro che mentire”.
6:149Dì:“Dio possiede l’argomento decisivo. Se fosse stato il Suo volere, certamente ci avrebbe guidati tutti”.
6:150Dì:“Portate avanti i vostri testimoni per provare che Dio ha proibito questo e quest’altro. Se portassero questi testimoni, non essere tra di loro, e non seguire i vani desideri di coloro che tacciano di menzogna i Nostri segni e così non credono nell’Altra Vita, perché reputano altri eguali al loro Signore”.
6:151Dì:“Venite, vi dirò ciò che Dio ha veramente proibito. Non associare nessuno a Dio, siate buoni con i genitori, non uccidete i vostri figli per paura della povertà, Noi provvederemo a voi e a loro. Non compite azioni vergognose, né apertamente né in segreto. Non prendete nessuna vita, che Dio ha reso sacra, eccetto che per giustizia o per mezzo della legge. Questo vi comanda, sì che possiate imparare la saggezza”.
6:152Non appropriatevi della proprietà degli orfani, eccetto che per accrescerla, fino a quando non raggiungono l’età della piena maturità. Date la misura e il peso in piena giustizia. Non poniamo su nessuna anima un peso che non sia capace di portare. Ogni volta che parlate, fatelo con giustizia, anche se un parente stretto è coinvolto e rispettate il Patto con Dio. Questo Lui vi comanda, al fine che possiate ricordare”.
6:153In verità, questa è la Mia guida che conduce per la Retta Via, seguitela. Non seguite altre guide, che vi divideranno e disperderanno da questa grande via. Questo vi comando affinché possiate essere retti.
6:154Demmo a Mosè il Libro, completando il Nostro favore verso coloro che compiono il bene e spiegando ogni cosa nel dettaglio, come guida e misericordia. Che possano credere che dovranno incontrare il loro Signore.
6:155Questo è un Libro che abbiamo rivelato come benedizione, così seguitelo e siate retti così che possiate ricevere misericordia.
6:156Che non diciate: “Il Libro è stato inviato a due popoli prima di noi e noi siamo rimasti ignoranti dei suoi insegnamenti”.
6:157Che non diciate: “Se il Libro fosse stato fatto scendere solo su di Noi, Noi avremmo seguito la sua guida meglio di loro”. Vi è giunto un chiaro segno da parte del vostro Signore, una guida ed una misericordia. Allora, chi commette un peccato maggiore di colui che respinge i segni di Dio e si volta indietro? A tempo debito ricompenseremo coloro che si volgono lontano dai Nostri segni con una pena terribile per essersi voltati indietro.
6:158Stanno forse aspettando di vedere se gli angeli vengono da loro o il tuo Signore o alcuni dei Suoi segni! Il giorno, in cui giungeranno alcuni dei segni del tuo Signore, non saranno di beneficio ad un’ anima che crederà in quel momento, se prima non aveva creduto e non aveva agito per il bene. Dì: “Aspettate, anche noi stiamo aspettando”.
6:159Tu non hai nulla da condividere con coloro che hanno infranto l’unità della loro religione e si dividono in sette. Toccherà a Dio giudicarli. Egli, alla fine, dirà loro la verità di ciò che hanno compiuto.
6:160Colui che compie il bene, dovrà avere dieci volte di più. Chi invece, compie il male, sarà punito solo per la sua azione malvagia. Non subiranno torto alcuno.
6:161Dì: “In verità, il mio Signore mi ha guidato per una Via Retta, una giusta religione, la Via di Abramo, che era veritiero nella fede. Egli non attribuiva consimili a Dio”.
6:162Dì: “In verità, la mia preghiera e il mio servizio di sacrificio, la mia vita e la mia morte, sono per Dio, il Signore dei Mondi.
6:163Nessuno condivide con Lui la divinità. Questo mi è stato comandato ed io sono il primo che si sottomette alla Sua volontà”.
6:164Dì: “Dovrei scegliere come Signore qualcun altro oltre Dio, quando Egli è il Signore di tutto ciò che esiste? Ogni anima porta solo su se stessa le conseguenze delle proprie azioni. Nessuno può portare il peso di un altro. Il nostro destino finale è presso Dio. Lui vi dirà la verità di ciò su cui discutete.
6:165Egli è Colui che vi ha reso eredi della terra. Ha innalzato il vostro rango, alcuni al di sopra di altri affinché Egli possa provarvi con i doni che vi ha concesso. Il Tuo Signore è veloce nella punizione. Egli è Perdonatore, Misericordioso.



Share this Surah Translation on Facebook...